fbpx

Bassa stagione: come affrontarla e vendere le camere

bassa stagione
Condividi l'articolo se ti è piaciuto

Per chi gestisce un’attività in una località di vacanze, la bassa stagione può diventare un periodo molto complicato.

In determinati momenti dell’anno, la vendita di camere subisce un calo legato, principalmente, alla mancanza di attrattive come la spiaggia d’estate e le piste da sci innevate.

Arrendersi? Mai, gli albergatori e chi gestisce altre strutture ricettive hanno la possibilità di sfruttare altre strategie, in modo da attirare più ospiti anche nei cosiddetti periodi difficili.

Gli strumenti sono davvero tanti: contenuti, social, newsletter e promozioni di ogni tipo.

Ognuna di queste soluzioni, se utilizzate con competenza, concorre ad aiutarti per raggiungere l’obiettivo che ti sei prefissato.

Sono, infatti, tutte tattiche che contribuiscono in modo efficace a riempire la tua struttura anche nei mesi di bassa stagione.

Ora andiamo a esaminare tutti gli strumenti che hai a disposizione e vale la pena sfruttare.

 

bassa stagione 1

La creazione di contenuti per affrontare la bassa stagione

Alla base di ogni strategia, la creazione di contenuti è molto efficace, anche quando devi promuovere il tuo hotel al di fuori dall’alta stagione.

Stiamo parlando del blog e delle pagine del tuo sito dove andrai a sottolineare i servizi a disposizione del pubblico nel corso di tutto l’anno.

Cerca le parole chiave più utili, quelle cioè che inseriscono i clienti nei motori di ricerca quando stanno pensando a una vacanza.

Se, ad esempio, disponi di una spa, di una palestra e di una piscina coperta, questi possono diventare un motivo di richiamo in più.

Tutte le attività al chiuso vanno evidenziate, allo scopo di richiamare l’attenzione dei turisti anche nei periodi “difficili”.

Ti suggeriamo di promuovere le attività che si possono svolgere nella località in cui si trova la tua struttura, possono sicuramente aiutarti nello scopo.

I monumenti e i musei da visitare costituiscono un buon appeal, così come i corsi di cucina e le degustazioni.

Per quanto riguarda le manifestazioni e gli eventi, vanno inseriti in una pagina apposita, e aggiornati puntualmente per fornire un appoggio a chi intende partecipare.

Manifestazioni legate alla tradizione, fiere, concerti, eventi sportivi: ogni occasione è buona per proporre le tue camere a chi è interessato a soggiornare proprio nel territorio limitrofo alla tua attività.

E se non ci fossero eventi di richiamo, creali tu! Puoi organizzare eventi, matrimoni, meeting, congressi, corsi di ogni tipo.

Non tutti i soggiorni si basano sul leisure, anzi, ci sono viaggi d’affari e clienti business interessati a servizi di questo tipo.

Il modo più efficace di promuovere queste attività è, senza dubbio, la creazione di contenuti ad hoc, che contribuiscano a rendere visibili le tue idee, magari aggiungendo delle campagne pay per click.

 

Immagini sempre nuove

Visitare il tuo sito deve rappresentare un’occasione per sorprendere il tuo pubblico potenziale. Quindi cambia qualche foto per renderlo più vivace e appetibile.

Soprattutto durante la bassa stagione, l’immagine delle piste innevate può essere sostituita con quella della piscina coperta. Stesso discorso per la spiaggia assolata, da cambiare temporaneamente con quella di un’accogliente centro benessere.

Lo scopo del gioco è quello di mostrare quanto, in questo periodo specifico, si può trovare alloggiando nella tua struttura.

Lo stesso discorso vale per i social, dove le foto saranno quelle adeguate al momento dell’anno, sottolineando servizi disponibili ed eventi.

E anche per le campagne promozionali, dove il testo dei post deve essere creato proprio in base al cambiamento di stagione, creando motivi di richiamo sempre attuali.

Investire in pubblicità pay per click, inserendo parole chiavi strategiche, può aiutarti ad avere maggiore visibilità, investendo anche poco.

La pagina di atterraggio, ovviamente, deve far risaltare tutte le attività e i servizi disponibili nei mesi di bassa stagione.

 

bassa stagione 3

Le newsletter: uno strumento ingiustamente trascurato

Chi conosce già la tua struttura avrà sicuramente piacere nel ricevere tue notizie.

Il tuo cliente fidelizzato valuterà con più attenzione delle offerte e dei pacchetti studiati proprio per chi ha già soggiornato da te, soprattutto se lo ha fatto in bassa stagione.

Quest’ultimo particolare richiede che la tua mailing list sia ben delineata e che ti consenta di distinguere i periodi in cui il pubblico è stato tuo ospite e il motivo del viaggio.

In questo modo sarà più semplice convincerli a tornare da te.

 

In bassa stagione puoi cercare il pubblico di zona

Prova a pensarci: chi vive nelle località limitrofe alla tua attività potrebbe essere interessato a trascorrere nella tua struttura un fine settimana rilassante, oppure un weekend in coppia.

Si tratta di un tipo di pubblico che non intende allontanarsi troppo dalla sua abitazione per non passare ore e ore in viaggio, visto il poco tempo a disposizione.

Se riesci a organizzare dei pacchetti che offrano queste soluzioni di soggiorno breve, puoi ottenere ottimi risultati.

Fai una ricerca di attività da svolgere, anniversari, luoghi di interesse, esposizioni, ristoranti stellati o della tradizione locale, ti sarà molto utile.

Puoi anche ricercare delle partnership con altre realtà, per risultare ancora più efficace.

Punta su queste idee per attivare campagne sui social, per esempio abbinando Facebook e Instagram e selezionando un pubblico mirato.

 

bassa stagione 2

La bassa stagione può essere il momento giusto

Anche chi è interessato a trascorrere una lunga vacanza da te, potrebbe essere interessato a testare la tua offerta per un fine settimana in bassa stagione, proprio per scoprire la tua struttura e i servizi che offri.

Ci avevi mai pensato? Vendere in bassa stagione vuol dire anche saper proporre la tua attività e i tuoi servizi alle persone adatte.

Non è facile, lo sappiamo, per questo esistono dei consulenti a cui puoi rivolgerti per rivoluzionare la tua offerta nei periodi in cui rischi di avere molte camere vuote.

E che sanno bene come rendere allettante il tuo hotel agli occhi dei viaggiatori che possano apprezzarli.

Avrai già capito, a questo punto, che abbassare i prezzi non è sufficiente per proporre il tuo hotel come meta durante la bassa stagione.

Devi attivare una strategia che si adatti alle potenzialità di alberghi, residence, b&b, strutture agrituristiche.

Qualsiasi attività tu gestisca, devi attivarti tempestivamente per trovare idee e soluzioni utili a vendere tutte le camere di cui disponi, in ogni periodo dell’anno.

In questo articolo ti abbiamo fornito diversi suggerimenti e spunti di riflessione: se non hai tempo di studiare personalmente le attività da proporre durante la bassa stagione contattaci e ti forniremo  tutto il supporto necessario.

 

 

 

 

 

 

Bassa stagione: come affrontarla e vendere le camere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
MIGLIORA I RISULTATI DEL TUO HOTEL!

Fai un grande salto di qualità e prenota la tua consulenza gratuita, affidandoti a chi ha esperienza reale nel mondo alberghiero e può garantirti risultati concreti.


PRENOTA SUBITO LA TUA CONSULENZA GRATUITA