fbpx

Piano marketing: bilancio di fine anno

piano marketing 2
Condividi l'articolo se ti è piaciuto

Ci siamo: la fine del 2021 è vicina e ogni attività va verso un bilancio integrato di tutte le attività, incluso il piano marketing.

Si deve fare? Certo, perché è necessario comprendere se le strategie che hai avviato nel corso dell’anno hanno portato a risultati tangibili. Oppure se è il caso di rivederle e correggere il tiro per ottenere maggior riscontro.

Tutto funziona bene? Chi se ne occupa è aggiornato e ottiene quanto promesso? Allora è importante distinguere quali sono gli aspetti che hanno avuto più successo e ricalibrare il piano marketing in vista del nuovo anno.

Se invece hai verificato che ci sono degli intoppi, piccoli o grandi, è il caso di correre ai ripari per esempio seguendo dei corsi tenuti da professionisti del settore.

Oppure puoi contattare un consulente all’altezza del lavoro da svolgere e che dimostri di meritare la tua fiducia.

Anche in questo periodo, ci sono delle tendenze emergenti da sfruttare e devi valutare in che maniera la tua struttura ricettiva possa ricavarne il massimo del vantaggio.

 

Cosa includere in un piano marketing efficace

Prima di tutto, ricorda che è necessario personalizzare qualsiasi iniziativa, in modo che calzi a pennello con la tua attività.

Però ci sono delle basi che puoi tenere in considerazione come punti di partenza e sono quelle che abbiamo deciso di includere in questo articolo.

E, così come studi un piano personalizzato per la tua specifica struttura ricettiva, allora anche ciò che proponi al tuo pubblico non va standardizzato.

Se hai raccolto con attenzione i dati forniti dai tuoi clienti, conosci le loro preferenze.

Quindi hai la possibilità concreta di offrire ciò che ha il potenziale per soddisfare i loro desideri durante il soggiorno nel tuo hotel.

 

piano marketing 3

Perché è importante personalizzare le proposte?

Le più recenti statistiche rappresentano una risposta molto efficace. Per esempio: più dell’80% del pubblico online valuterebbe l’idea di cambiare location per viaggi e vacanze se individuasse una struttura che soddisfa le sue necessità.

Un altro dato riguarda il servizio che deve essere studiato e migliorato su misura sulle esigenze degli ospiti per attrarre maggiormente il pubblico potenziale.

Lo stesso discorso vale per i clienti fidelizzati che non vanno assolutamente trascurati.

Le informazioni che raccogli dal tuo pubblico sono preziose, possono essere un supporto concreto per capire meglio le loro abitudini.

E cioè in che modo prenotano, quali sono le loro abitudini d’acquisto, che servizi preferiscono.

Tutto questo bagaglio di informazioni, raccolte dai tuoi database, dal sito e dalle agenzie di viaggio online tracciano un profilo significativo.

Un identikit utile a far sentire i tuoi ospiti più a loro agio, in un clima sereno che li rende più propensi ad acquistare servizi extra.

Ne beneficeranno le recensioni, ricorda che, soprattutto in un periodo delicato come questo le aspettative per una vacanza sono elevate.

Infine, tieni sempre presente che il 51% delle persone usa lo smartphone per navigare in rete e prenotare viaggi e vacanze.

 

piano marketing

I social protagonisti del piano marketing

Ci occupiamo ora dei social network. La loro utilità non riguarda solamente l’aspetto sociale della comunicazione. Si tratta, inoltre, di piattaforme che si possono sfruttare per promuovere e vendere.

Con più di 2 miliardi di utenti per mese, e oltre 50 milioni di pagine attive di piccole imprese, Facebook guida la classifica dei social. A ruota Instagram, Tiktok e Twitter hanno il loro valore anche per le aziende, anche se utilizzano un linguaggio diverso.
Perfino le app d’incontri accolgono, oggi, spazi pubblicitari.
A questo punto ti sarà piuttosto chiaro che se i consumatori sono attivi nei social, allora sarà il caso che tu ci sia e che sia presente con una strategia precisa.

Per esempio, oltre ai contenuti, i video sono molto efficaci, più delle immagini statiche e quindi rappresentano un valido mezzo per promuovere la tua attività, realizzando campagne strutturate.

 

 

Non mirare a caso

Nella tua comunicazione, cerca di evitare di rivolgerti a uno standard di viaggiatore che valga per tutti. Non sarà mai la strada giusta da percorrere.
Le dinamiche che spingono qualcuno a prenotare un soggiorno sono complicate e personalizzate. Perciò diventa improponibile studiare una campagna promozionale che si indirizzi a un pubblico generico.

Non funziona. Devi indirizzarti al tuo target, basandoti su dati precisi.

Un buon utilizzo della tecnologia e competenze specifiche possono rivelarsi aiuti fondamentali per presentare la tua azienda online. Non le hai? L’outsourcing può rispondere alle tue esigenze.

Solo se segui delle regole di comunicazione precise e ti tieni aggiornato sui trend del momento puoi apparire competitivo e cercare di spuntarla sulla concorrenza che si dimostra sempre più accanita.

 

piano marketing 1

Il native advertising incluso nel piano marketing

La cosiddetta pubblicità nativa è quella che comprende gli annunci che aderiscono allo stile dei media in cui sono inseriti.

Così accade nel caso delle sponsorizzazioni su Facebook e Instagram che hanno caratteristiche precise, relativamente a video, immagini e contenuti.
La strategia, in questo modo, è efficace e il native advertising è destinato a crescere. Basti pensare che entro la fine dell’anno, i ricavi generati da questa tipologia di promozione riguarderanno il 74% del totale delle entrate pubblicitarie.

Anche quando studi una campagna pubblicitaria tieni sempre conto che il 51% delle persone che ha uno smartphone utilizza il suo device per attività legate al viaggio (fonte Google).

Facile arrivare alla conclusione che la tua presenza deve puntare ad apparire soprattutto negli schermi dei dispositivi mobili.

 

L’aggiornamento di siti, dati e profili

Abbiamo già parlato di email marketing per ottenere un ottimo riscontro sull’investimento.

E’ un dato di fatto che molti consumatori preferiscano questo canale per essere contattati, preferendolo ad altri mezzi di comunicazione.

Se sai come usare email e newsletter, puoi riuscire a instaurare un buon rapporto con i tuoi clienti.

Per quanto riguarda gli altri canali di comunicazione, sfrutta in modo saggio la potenzialità delle OTA che possono portarti diverse prenotazioni. L’importante è che tu crei un profilo appetibile e costantemente aggiornato.

La presenza riguarda anche i feedback: devi rispondere puntualmente alle recensioni online, anche a quelle negative. Questo comportamento conquista la maggior parte degli utenti.

Fai in modo che il tuo sito sia sempre ottimizzato per i motori di ricerca e che offra contenuti utili, così come la pagina facebook aziendale e l’account instagram.

 

 

Piano marketing: bilancio di fine anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
MIGLIORA I RISULTATI DEL TUO HOTEL!

Fai un grande salto di qualità e prenota la tua consulenza gratuita, affidandoti a chi ha esperienza reale nel mondo alberghiero e può garantirti risultati concreti.


PRENOTA SUBITO LA TUA CONSULENZA GRATUITA